Home Page

Rassegna Stampa

Martedì, 10 Settembre 2013 12:24

Mentono sapendo di mentire

Il M5S, in merito ad alcuni articoli apparsi sulla stampa relativi all'apertura di supermercati nell'area ex Bertanella, vuole sottolineare che nella vicenda è stata l'unica forza politica ad avversare il progetto.

 

Qui di seguito riassumiamo tutti i passaggi amministrativi e indichiamo le forze politiche che sono intervenute nelle varie fasi.

 

Con delibera del c.c. n. 13 del 02.04.2009 il consiglio comunale, a maggioranza PD e guidato dall’allora sindaco Tedeschi, e con il voto favorevole dell'attuale consigliere comunale Matteo Orlandi, adottò la variante all'area ex Bertanella, compresa la costruzione di una rotonda in via Salvo D'Acquisto.

 

Con delibera del c.c. n. 48 del 21.09.2009 il consiglio comunale, sempre a maggioranza PD - SEL e sempre guidato dall’allora sindaco Tedeschi con il voto favorevole dell'ex consigliere comunale Alessandro Benvenuti, approvò la variante e, grazie alla modifica della classificazione del terreno, lo rese edificabile.

 

Con  delibera del c.c. n. 23 del 25.03.2011 la maggioranza PD -SEL, guidata dall’allora sindaco TEDESCHI approvo il progetto.

Con delibera nr. 2 del 10.02.2012 il consiglio comunale a maggioranza PDL-LEGA  dell'ex Sindaco Carancini porto in aula consiliare per l'approvazione la variante al POC, che avrebbe permesso da subito l'inizio dei lavori. Il M5S cercando di avversare in tutti i modi l'approvazione, trovò nelle righe della delibera un cavillo giuridico che permise il ritiro e la mancata approvazione della delibera.

 

La giunta dell'allora sindaco Carancini ci riprovò, portando in aula per l'approvazione la delibera n. 428 del 23.04.2012. La delibera venne approvata.

 

Il M5S, ritenendo illegittima quest'ultima delibera, presentò ricorso al TAR e l'udienza fu fissata a settembre 2012. A seguito delle dimissioni del consigliere comunale Crinò venne a mancare la legittimità richiesta, in quanto il ricorso era stato presentato dallo stesso Crinò nella sua veste di “consigliere comunale”

 

Non solo il M5S fu l’unico ad opporsi alla delibera, ma addirittura la giunta PDL-LEGA, guidata dall'allora sindaco Carancini, approvò una delibera, la n. 91 del 17.07.2012, in cui si diede mandato all'avv. MICHIARA del Foro di Parma di resistere contro il ricorso del M5S, mandato che costò alle casse comunali cioè ai cittadini salsesi 3.500,00 euro.

 

Il M5S, per presentare il ricorso, chiese ufficialmente alle due associazioni di categoria dei commercianti di Salsomaggiore un sostentamento sia di scelta sia economico: non è mai pervenuta alcuna risposta.

 

Vogliamo precisare che, le promesse ricadute di occupazione non ci sono state e chi adesso si straccia le vesti, chi in campagna elettorale intraprese la difesa d'ufficio dei cittadini contro la costruzione di rotonde, è proprio chi ha ideato, adottato e approvato questi progetti: quei partiti politici che, dopo aver cercato di fermare in tutti i modi le iniziative del M5S, sono stati premiati dai voti dei cittadini alle recenti elezioni.

Mercoledì, 28 Agosto 2013 15:48

Emilia in Movimento

Non importa che tu sia di destra, di sinistra o di centro; è un evento per tutti, per bambini, per amanti della musica, per conoscere i Parlamentari del Movimento, per discutere nei convegni dove ci saranno persone e Associazioni che non hanno nessuno coinvolgimento politico ma che hanno un solo scopo: INFORMAZIONE!! Ti aspettiamo!!

Martedì, 11 Giugno 2013 22:00

I Parlamentari del PD che straparlano

Mi permetto di commentare le dichiarazioni dei parlamentari del PD presenti alla festa per la vittoria di Filippo Fritelli a Salsomaggiore e riportati sulla gazzetta di oggi 11/06/13.
Sono veramente basito, nell'apprendere che i parlamentari non hanno avuto meglio da fare, che definire la vittoria di Filippo, "una vittoria sull'antipolitica che ci ha costretto a parlare di scontrini e di rimborsi senza che nessuna proposta fosse avanzata per risolvere i problemi della gente". Ma che ci azzecca con Salsomaggiore, dove il Movimento 5 Stelle ha un programma pieno zeppo di proposte, che in buon parte sono state riprese dal PD?, nulla proprio nulla. Hanno perso un'altra occasione per tacere. Se poi andiamo a fondo delle loro dichiarazioni, vi invito a visionare le proposte di legge presentate dal M5S in parlamento. Mi auguro che Filippo non segua l'esempio di questi signori nel rapportarsi con l'opposizione tutta.


Complimenti al vincitore e buon lavoro.
Fabrizio Crinò

Martedì, 11 Giugno 2013 22:00

A Salsomaggiore noi la pensiamo così

Lunedì, 27 Maggio 2013 22:00

1008 VOLTE GRAZIE !!

Ringraziamo tutti i cittadini che ci hanno votato e ci hanno dato ancora una volta fiducia.
Non andremo al ballottaggio, ma avremo sicuramente un rappresentante nel prossimo consiglio comunale.
Vi inviato come sempre a parteicpare ai nostri meetup che si tengono ogni lunedì.
Continueremo nel lavoro che ormai svolgiamo da più di due anni sul territorio e in consiglio comunale.
Saremo come sempre, attenti a ciò che la nuova amministrazione farà, ricordando loro le promesse fatte in campagna elettorale e portando le nostre proposte per migliorare la nostra città.
Non permetteremo che si agisca in modo strano e saremo la vostra finestra sul comune.
Come anche per le ultime amministrative, ribadiamo che i voti che ci hanno premiato, non sono di nostra proprietà, e quindi non daremo indicazioni di voto per il ballottaggio, lasciando decidere ai sostenitori del Movimento 5 Stelle di Salsomaggiore, se e come votare.

Ancora un ringraziamento per il vostro sostegno


MoVimento 5 Stelle
di Salsomaggiore

Martedì, 21 Maggio 2013 22:00

Spese per la Campagna Elettorale

Pubblichiamo le spese sostenute dal movimento 5 stelle per la campagna elettorale delle elezioni amministrative di Salsomaggiore terme del 26 e 27 Maggio 2013. Verranno pubblicate nei prossimi giorni anche le fatture e gli scontrini delle spese. Tutte le spese sostenute provengono da autofinanziamento, vendita di megliette ai banchetti e offerte volontarie dei sostenitori.
Nella sezione trasparenza trovate tutti i verbali degli incontri pubblici e la cassa aggiornata.




Stampa 1000 Volantini A5 (cena vege + banchetti itineranti)
-66,29 euro
Stampa 120 Manifesti Elettorali
-152,20 euro
Fotocopie a colori del programma da Maya
-15,00 euro


Totale
-233,49 euro

Giovedì, 27 Giugno 2013 22:00

Valorizzazione della Ricerca Termale

Apprendiamo con piacere dai nostri parlamentari Dell'Orco e Spadoni la notizia della presentazione dell'interrogazione sulla valorizzazione della ricerca nelle aziende termali.
Nei giorni scorsi infatti il M5S di Salsomaggiore si era incontrato con i parlamentari e aveva presentato loro una bozza di interrogazione parlamentare proprio su l'argomento.
Tale interrogazione se verrà presa in considerazione potrà finalmente dare una svolta decisa al futuro delle terme di Salsomaggiore e Tabiano.
Apprendiamo però, che nonostante l'importanza nazionale dell'argomento nessun parlamentare di altri schieramenti politici si è inserito fra i cofirmatari.
Sarebbe il caso che il sindaco Fritelli e tutte le forze politiche presenti in consiglio comunale, provvedano ad informare i loro parlamentari dell'importanza dell'argomento invitandoli a sostenere l'interrogazione a prescindere dalla forza politica che l'ha presentata. Ci sembra il minimo che possano fare dopo aver sventolato per tutta la campagna elettorale la bandiera della collaborazione e del cambiamento.
Di seguito la nota dei parlamentari.


GOVERNO: M5S, VALORIZZARE RICERCA SCIENTIFICA NELLA AZIENDE TERMALI
"Portare la ricerca negli stabilimenti termali per valorizzarli e fermarne il declino: è questa la ricetta che proponiamo al Governo per dare nuovo impulso all'economia dei numerosi centri termali italiani, eccellenza nel mondo, colpiti dalla crisi che rischia di avere conseguenze terribili per l'economia complessiva dei territori che li ospitano. Lo strumento legislativo per farlo in realtà esiste già ma non è attuato ed è per questo che abbiamo deciso di interrogare il Governo, perché non è possibile lasciare morire lentamente queste strutture, alcune tra l'altro con una tradizione ormai storica, come quelli di Salsomaggiore e Tabiano". Lo affermano Michele Dell'Orco e Maria Edera Spadoni, deputati emiliani del M5S che, con la collaborazione della senatrice Maria Mussini, hanno depositato un'interrogazione al Governo a proposito dell'attuazione della legge 323/2000. "Il settore termale - sostiene Dell'Orco - ha potenzialità economiche non adeguatamente sfruttate sotto l'aspetto curativo e turistico, anche a livello internazionale. In Italia abbiamo una ricchezza di acque termali come poche al mondo, eppure sembriamo incapaci di servirci adeguatamente di tanta generosità della natura. I tempi d'oro del termalismo italiano si sono chiusi con gli anni '70: allora i medici conoscevano bene le cure termali e le prescrivevano, poi la crisi del welfare e del sistema sanitario nazionale ha portato con s é anche un declino degli stabilimenti termali. I medici, prima ancora dei pazienti, hanno quasi del tutto sostituito le terapie termali con quelle farmacologiche, anche per quelle patologie in cui è dimostrata un'efficacia terapeutica pari a quella dei farmaci. "Perché - si chiedono i deputati - dovremmo arricchire le multinazionali del farmaco quando abbiamo una soluzione naturale, che viene dalla nostra terra e porta ricchezza e lavoro al nostro territorio?" "A partire dagli anni '90 - aggiunge Dell'Orco - le terme si sono rinnovate aprendosi a nuovi servizi più prettamente legati al concetto del benessere inserendosi così anche nel circuito del turismo ma oggi, con la crisi e la recessione generale, anche questa risorsa non basta più: è necessario dare attuazione alla legge 323/2000 che prevede che il ministero della Sanità realizzi, con la collaborazione delle aziende termali, programmi di ricerca scientifica, di rilevazione statistico-epidemiologica e di educazione sanitaria, mirati anche ad obiettivi di interesse sanitario generale. Ciò - conclude il deputato - servirebbe a rendere gli stabilimenti termali, oltre che dei luoghi di cura e benessere anche dei luoghi di ricerca, per promuovere maggiormente la validità scientifica e l'efficacia terapeutica delle risorse termali e per creare un contatto maggiore tra gli stabilimenti termali e il sistema sanitario nazionale".

Giovedì, 16 Maggio 2013 12:53

GLI INSAZIABILI

 “Gli insaziabili”

Mentre pochi giorni fa in un articolo denunciavamo che in città ci sono più di mille persone che necessitano di essere assistite dalle associazioni di volontariato per l'acquisto di generi di prima necessità, oggi apprendiamo dell’ennesima e iniqua distribuzione di denaro pubblico a favore della dirigenza comunale. In questi giorni l’ Ing. Tedeschi ha infatti firmato una determinazione che assegna ai quattro dirigenti comunali, Tedeschi Massimo, Onesti Patrizia, Varazzani Rossano e Cantarelli Mariella (che già guadagnano singolarmente circa 150.000,00 euro) ulteriori “euro 20.000” complessivi per “indennità di risultato” relativo all'anno 2012.

Inutile dire che i risultati sono sotto agli occhi dei cittadini ogni giorno: strade che sono un colabrodo, frane dovute a una politica urbanistica aggressiva, spese di telfonia mobile da record, verde pubblico ridotto a foresta , ecc.

Per il M5S “riforma della macchina comunale” significa in primis “riforma della dirigenza”, per questo in caso di governo della città provvederemo alla non riconferma dell'attuale delega al dirigente dell'urbanistica e il cambio  delle deleghe agli attuali dirigenti. 

Il MoVimento 5 Stelle

Apprendiamo in data odierna dalla Gazzetta di Parma, che è stata accettata la nostra proposta di favorire i cittadini disoccupati iscritti all'albo degli scrutatori. Anche se nella nota del Commissario Dr. De Biagi si legge "eventualmente tener conto", siamo soddisfatti e ringraziamo per aver preso in considerazione la proposta.
Informiamo inoltre tutti coloro che sono iscritti all'albo degli scrutatori e disoccupati, che è necessario far pervenire all'ufficio elettorale entro le ore 12:00 del 6 maggio 2013 apposita autocertificazione che attesti lo stato di attuale disoccupazione.

 

Scarica qui il modello di auto certificazione

 
Giovedì, 02 Maggio 2013 13:14

Le Dichiarazioni di Ponzio Pilato

Il Movimento 5 Stelle di Salsomaggiore, come già dichiarato, ha depositato un esposto alla Procura della Repubblica di Parma in riferimento al progetto di Scipione della Soc. Granelli Costruzioni Srl.

Nei giorni scorsi il Commissario Dr. De Biagi si è preoccupato di scrivere alla Gazzetta di Parma, dichiarando che la delibera in questione fosse del tutto regolare.

La dichiarazione del Commissario ci è sembrata assomigliare più a una dichiarazione di Ponzio Pilato che a una vera esamina della problematica sollevata dal Movimento 5 Stelle sul progetto.

Il Dr. De Biagi, infatti, si è limitato a dichiarare che la delibera del 12/04/2013 fosse regolare, mentre la nostra osservazione, e di conseguenza l'esposto, tratta di ben più precise anomalie presenti in tutta la procedura.

Nella sostanza, il Commissario non è entrato nel merito delle nostre osservazioni sul progetto e del suo iter, ma si è limitato a definire il documento da lui firmato come regolare. Su questo aspetto però non avevamo sollevato alcun dubbio.

Il Commissario, invece, non ha spiegato come mai nella citata Commissione dei servizi, che aveva dato il primo benestare, fosse assente il responsabile del territorio per la Provincia di Parma.

Si è scordato di precisare come mai una delibera, che aveva ricevuto il parere negativo all'unanimità della commissione edilizia (se pur non vincolante), sia stata portata avanti ugualmente.

Si è scordato di chiarire come mai la delibera, già arrivata in consiglio comunale il 20.07.2012 e inserita nell'ordine del giorno, non sia stata discussa e votata. 

In ultimo, si è scordato di verificare se effettivamente il progetto sia compatibile con l'art.A 14 bis della Legge Regionale 20/2000.

In conclusione, la dichiarazione del Commissario, a nostro avviso, sembra dimostrare una mancata volontà di entrare nel merito della questione e sembra basarsi esclusivamente sui pareri della dirigenza del settore, che per noi è diretta parte in causa.

Il M5S  nel caso in cui sarà chiamato dai cittadini ad amministrare la città, non  confermerà l'attuale delega al dirigente responsabile del settore urbanistica.

A prescindere dalla dichiarazione del Commissario, che ci ha profondamente deluso, il nostro dovere di cittadini ci ha spinto, e ci spingerà sempre in futuro, a fare chiarezza su questioni poco trasparenti, anche chiedendo il parere alla Procura della Repubblica.

 

MoVimento 5 Stelle

Salsomaggiore Terme

Pagina 7 di 10