Home Page

Rassegna Stampa

Martedì, 03 Dicembre 2013 09:10

La Tares a dicembre la paga Iren

Il MoVimento 5 Stelle di Salsomaggiore

dopo aver attentamente controllato i contratti in essere con Enia, oggi Iren, per la raccolta dei rifiuti, ritiene di aver riscontrato alcune violazioni al contratto stesso.

Per questo ha presentato un'interpellanza per il prossimo consiglio comunale del 16 dicembre 2013 nella quale chiede chiarimenti al Sindaco. 

Il MoVimento 5 Stelle ritiene inoltre che il comune debba bloccare i pagamenti a Iren e di

conseguenza il pagamento della terza rata Tares, con scadenza 20 dicembre 2013, da parte dei cittadini salsesi.

In ogni caso verà inviato un esposto alla Procura di Parma.

 

 

LEGGI INTERPELLANZA

Venerdì, 29 Novembre 2013 08:16

V3DAY - GENOVA - 01/12/13

 TUTTI A GENOVA!!!

 

RICORDO A TUTTI COLORO CHE HANNO PRENOTATO IL PULLMAN CHE IL RITROVO

E' PRESSO LA STAZIONE DI SALSOMAGGIORE ALLE ORE 06.25 IN PUNTO DI DOMENICA 1° DICEMBRE

 

BUON VDAY A TUTTI

Lunedì, 25 Novembre 2013 11:47

Conferenza Stampa M5S su legge stabilità

sTABILITà

Lunedì, 04 Novembre 2013 10:01

L'invasione degli ultrascalfari

ultrascalfari

 

 

E' iniziata l'invasione degli Ultrascalfari. La paura delle elezioni europee fa novanta e ogni colpo contro il M5S è lecito, meglio se sotto la cintura. Scalfari fa da apripista, da pennivendolo da sfondamento che con quell'età e quella barba può scrivere quello che vuole. Il suo delirante articolo di oggi ("Se vince Grillo, paese a rotoli") è solo l'annuncio dell'invasione degli Ultrascalfari di destra e di sinistra nei media da qui a maggio. Il Sistema manda avanti i suoi cani da combattimento senza alcun pudore. Il M5S non deve vincere le elezioni europee. Chi leggesse oggi Repubblica avrebbe la stessa sensazione di chi si mise in ascolto la sera del 30 ottobre del 1938 della stazione radiofonica statunitense CBS di un falso notiziario radio che annunciava l’invasione degli alieni e i suoi drammatici sviluppi, milioni di radioascoltatori credettero veramente all'inizio di una guerra dei mondi. Dalla radio uscirono queste tremende parole pronunciate da Orson Welles: "Signore e signori, è la cosa più terribile alla quale abbiamo mai assistito... Aspettate un momento! Qualcuno sta cercando di affacciarsi alla sommità... qualcuno... o qualcosa. Nell’oscurità vedo scintillare due dischi luminosi... sono occhi? Potrebbe essere un volto. Potrebbe essere... mio Dio, dall’ombra sta uscendo qualcosa di grigio che si contorce come un serpente. E poi un altro e un altro ancora. Sembrano tentacoli. Ecco, adesso posso vedere il corpo intero. È grande come un orso e luccica come cuoio bagnato. Ma il viso! È indescrivibile. Devo darmi forza per riuscire a guardarlo. Gli occhi sono neri e brillano come quelli di un serpente. La bocca è a forma di V e della bava cade dalle labbra senza forma che sembrano tremare e pulsare. Il mostro, o quello che è, si muove a fatica". Ma questo sono io, la mia descrizione fatta da Scalfari! Che si spinge là dove osano i pidimenoellini e dipinge il M5S come una copia moderna del nazismo: "Si tratta di una campagna di destra, una destra xenofoba contro gli immigrati, qualunquista contro i partiti (tutti i partiti, nessuno escluso) e contro le istituzioni, dal capo dello Stato al presidente del Consiglio ai ministri (tutti i ministri) e contro la magistratura e la Corte costituzionale... vuole abbattere tutta l’architettura esistente ma con un obiettivo reazionario perché vagheggia una dittatura, la sua. Di chi è la colpa, chi ne sono i responsabili, stando alle indicazioni di Grillo? I partiti che governano il Paese da oltre mezzo secolo, l’establishment economico, i sindacati, l’Europa. Questi sono i nemici da sconfiggere, mettere in fuga e sostituire. Con chi? Col popolo finalmente svegliato da Grillo, che sarà naturalmente lui a guidare, a istruire e ad educare. Questo pensa Grillo, lo dice e lo diffonde. Ormai è un Verbo, naturalmente incarnato.". Alla bufala di Welles credettero sei milioni di persone, a Scalfari non crede neppure più De Benedetti. E' il tempo della panchina lunga caro Eugenio, magari al Pincio. Tu, l'Ingegnere e Napolitano a ricordare i vecchi tempi. Quando gli elettori, il cosiddetto popolo così tanto disprezzato non contava nulla. Bei tempi quelli, ma non torneranno più.

 

 

Dal Blog di Beppe Grillo

Venerdì, 25 Ottobre 2013 16:40

Gli Azzeccagarbugli

la azzeccagarbugli

 

Il M5S di salsomaggiore risponde con due esposti,  presentati alla Procura della Repubblica di Parma in data 21 ottobre,  agli “azzeccagarbugli comunali” che pensano di tapparci la bocca, di nascondere la verità ai cittadini, di nascondere gli sprechi e i favoritismi. Questa è la risposta alla famosa “casa di vetro” proclamata in campagna elettorale dal sindaco Fritelli che si è frantumata in consiglio comunale alla prima interpellanza presentata dal M5S con la secretazione Della seduta. Avevamo solo chiesto di far sapere a noi e ai cittadini se l’Ing. Varazzani, dirigente con delega del Sindaco, rimarrà al suo posto.

Stesso vale per l’interpellanza riguardante la frana di Via Diaz, con 190 mila euro di costi fatti gravare sulle tasche dei cittadini salsesi mentre noi pensiamo che siano altri a dover pagare, ma la risposta del Sindaco Fritelli è stata, che nell’ottica della riduzione delle spese non ci sono gli estremi per chiamare in giudizio la Ditta Russo.

Ditta Russo, che ha effettuato sbancamenti e che vengono definiti dalla sentenza del TAR concausa. Non vorremmo che a suggerire la strategia politica del sindaco sia stato l’avv.difensore dell’azienda nonchè presidente del Consiglio Comunale.La stessa sentenza del Tar alimenta molti dubbi anche sulla concessione edilizia rilasciata per la zona.

 

Insomma sembra di rivedere  the untouchables.



MoVimento 5 Stelle Salsomaggiore

Martedì, 22 Ottobre 2013 13:02

Oltre, Vday3 , 1° Dicembre Genova

Lunedì, 21 Ottobre 2013 07:55

Terme S.P.A. l'orticaria del Sindaco

L'avevamo detto in un precedente articolo:  la “casa di vetro” in tema di trasparenza negli atti amministrativi comunali,   proclamata in campagna elettorale dal sindaco Fritelli,  si è rivelata nei fatti una “ bufala dop”.

Al sindaco parlare di trasparenza e correttezza nei confronti dei consiglieri comunali fa venire l'orticaria,  cerca di nascondere, rinviare, traccheggiare, ritirare, sminuire, censurare, secretare, tranne che amministrare,  e tagliare nastri in giro per la città.    

Venerdì, 18 Ottobre 2013 12:10

Il padre di famiglia preso per il culo

padre famiglia

 

Tu padre di famiglia che hai un'abitazione che per il fisco vale 100.000 euro, fino ad oggi pagavi la tares e 200 euro di IMU (se non hai figli, in caso contrario 50 euro in meno per ogni figlio). Domani, grazie alla nuova Service Tax, pagherai la TARI (uguale alla TARSU), non l'IMU, ma ben 250 euro per la TASI! Ma non dovevano abbassare il prelievo fiscale? Le sentinelle antitasse dove sono? La difesa delle classi deboli dove sta? Benvenuta legge di stabilità, grazie Governo." Luigi Di Maio

statali

 

Per i dirigenti statali con benefit economici di fine rapporto non previsti dai contratti nazionali la festa è finita.

Il Governo Letta dopo aver negato inspiegabilmente di mettere in votazione una proposta del Movimento 5 Stelle che aboliva la possibilità che unpensionato del settore statale (magari con una pensione mensile da 3.000 euro mese o più) potesse essere assunto in altri settori pubblici, con contratti da migliaia di euro al mese, ha approvato un emendamento a prima firmaAlessandra Bencini che elimina un assurdo e poco conosciuto privilegio.

In pochi sanno che molti i dirigenti statali al momento godono di benefici extra-contrattuali di fine rapporto che portano nelle loro tasche indennità pari a 36/48 mensilità di retribuzione.

Un assurdo privilegio in vigore grazie a clausole contrattuali di favore,concesse in deroga alle norme del contratto collettivo applicato.

Sino ad oggi tale prassi, costosissima per le casse pubbliche, avrebbe dovuto esser limitata e vincolata ad un iter decisionale ed autorizzativo particolare, con il controllo dell'Amministrazione pubblica di riferimento. Un controllo che fino ad oggi è mancato.

Con la proposta del Movimento 5 Stelle approvata in Senato non potranno più essere sottoscritte dalle società pubbliche - senza autorizzazione ministeriale - clausole aggiuntive al contratto nazionale applicato.

Niente più benefici economici discrezionali ad personam .

Festa finita anche per molti dirigenti statali che avevano privilegi già in essere.

I "benefit" fuori controlli saranno nulli nel caso non siano stati avallati dai consigli d'amministrazione delle società partecipate di riferimento.

 

Tratto dal sito parlamentari5stelle.it

 

Pagina 5 di 10