Home Page

Rassegna Stampa

Lunedì, 17 Marzo 2014 23:00

Il finto mercato a KM “0”

 

L’operazione ‘ mercato KM 0’ è evidentemente un accordo di palazzo fra Coldiretti, rappresentata in Consiglio comunale dal Consigliere Billone (eletto nel CDA Bonifica Pse., nominato dal Sindaco delegato per le frazioni e membro del Consiglio delle Terre verdiane)  e amministrazione del PD.

 Infatti le aziende agricole o zootecniche locali  non sono rappresentate  fra i banchi della ‘brugnola’, se non per qualche eccezione.

Si tratta bensì di commercianti che vendono i loro prodotti come in qualsiasi altro mercato rionale.

La nostra idea di mercato a km “0”, abilmente reinterpretata dalla giunta comunale e dal Sindaco Renzielli,  è e rimane diversa nelle linee fondamentali.

Noi del Movimento 5 Stelle ci ispiriamo infatti al “Mercato della Terra” promosso da Slowfood, il cui disciplinare è molto più complesso e stringente, ma atto a garantire quello che vuole significare il reale concetto di mercato a Km “0”,  favorendo le produzioni e le aziende locali e permettendo l’esposizione e la compravendita di prodotti provenienti entro i  40 km.

In consiglio comunale è approdato il disciplinare di Coldiretti, che prevede la possibilità di vendere prodotti di tutta la regione Emilia Romagna, quindi merce prodotta anche a 300 km di distanza.

Alla faccia del Km “0”!. Come al solito le parole vengono usate per proporre qualcosa che non è.

Ci chiediamo: perché Coldiretti ha voluto essere l’unica a beneficiare dell’impatto mediatico presentandosi come promotrice e fautrice, insieme all’ineffabile assessore Trevisan e ai vari dirigenti ed onnipresenti funzionari comunali ?

Già in consiglio comunale avevamo palesato le nostre perplessità e proprio per questo chiederemo anche alle associazioni a difesa  dei consumatori la verifica della qualità dei prodotti e quali possono essere etichettati a km “0” e quali no, specificando la provenienza e la procedura di produzione degli stessi, per chiarire a tutti i cittadini se si tratta di un mercato biologico e a Km “0” o di un altro mercato rionale in barba ai commercianti che partecipano al mercato del Martedì e Venerdì.

Per meglio far comprendere ai cittadini quale sia la reale problematica, in allegato trovere disciplinare dell’accordo con la Coldiretti.

Domenica, 16 Marzo 2014 23:00

Raccolta Firme per la Stazione

 

 

Il comitato dei pendolari di Salso e Fidenza stanno raccogliendo le firme per una petizione per salvare la stazione di Salsomaggiore.
Vi invitiamo tutti ad aiutarli recandovi alla stazione per firmare.
Grazie

Lunedì, 10 Marzo 2014 23:00

I buffoni siamo noi?

moretti

 

 

 

Non ci sono Parole!! 
Domenica scorsa al banchetto informativo, che facciamo la mattina , un elettore del PD ci ha detto che siamo dei buffoni e con noi non parla. Invito quel signore a spiegarci questa dichiarazione dell'On. Moretti e se ritiene ancora che i buffoni siamo noi. 
VINCIAMO NOI!!!

 

Clicca sulla foto per vedere la dichiarazione dell'On. Moretti

 

 

Martedì, 04 Marzo 2014 08:17

La Discontinuità di Fritelli - Renzielli

 

 

L’avventura politica del nostro primo cittadino ormai da nove mesi era iniziata con un copione molto simile a quello che a livello nazionale sta facendo Renzie. Ovvero molti annunci roboanti, ma soprattutto la parola magica “discontinuità”

Analizzando questi mesi di attività del Sindaco emergono però dei segnali diametralmente opposti a quanto dichiarato in campagna elettorale.

Il MoVimento 5 Stelle di Salsomaggiore si interroga su alcuni aspetti delle decisioni prese dal Sindaco e dalla Sua giunta.

Cominciamo dalla questione dirigenti che sembra ormai superata e a dire il vero addirittura sopita nella maggioranza. Si parlava di una decisa e precisa ristrutturazione della macchina amministrativa e infatti abbiamo aggiunto un settore dirigenziale e si è passati da 4 a 5;

Si è spostata la Dott.ssa Cantarelli al settore 1 dal settore 4 oggi 5, ma si permette alla stessa di ricoprire il posto di responsabile amministrativo presso l“Unione Regionale Terme Salute e Benessere” per il 2013 /2014 con un compenso di € 15.000,00 già liquidati in novembre. Insomma si sposta dal settore turismo del comune e poi ricopre ruoli in un istituto turistico regionale.

L’ing. Tedeschi che a parer nostro non sempre ha fatto il bene della città è ancora parte integrante della macchina comunale e si occupa nel Sub settore 1 Occupandosi dell’ufficio legale e dei bandi di gara su appalti e contratti, l’ideale insomma.

La Dott.ssa Onesti che controlla la contabilità ormai da anni e sotto il suo naso sono passate le bollette telefoniche al tempo da noi contestate, la lettera di patronage per €15.000.000,00 su terme anche se poi una copia il comune non l’aveva e molto altro, ma come nulla fosse rimane saldamente al suo posto.

L’ing. Varazzani, per noi responsabile dello scempio edilizio della città e della manutenzione della stessa, rimane inattaccabile nel suo ruolo nonostante diverse interrogazioni sull’argomento che il presidente del consiglio contravvenendo, secondo noi, al regolamento ha brutalmente secretato non facendo vedere nulla ai cittadini e appannando la casa di vetro tanto decantata. Ma Renzielli sapendo che lo stesso, è dirigente su delega si è affrettato puntualmente a rinnovarla.

Veniamo poi alla spinosa situazione del Comune su Terme. Come tutti ormai sapranno i revisori con un verbale del 24.01.14, hanno fatto presente che i passati amministratori di terme e Sindaci del comune, in barba alla legge , non hanno controllato sull’operato e sui mutui richiesti e indicano al Renzielli di prendere atto, procedere ai controlli e effettuare un atto di responsabilità nei confronti di molti soggetti che negli anni hanno mal gestito l’Azienda Terme Spa. Bene il MoVimento 5 Stelle  ha presentato una interpellanza che così recita “ intende il Sindaco, procedere alla attivazione di responsabilità nei confronti degli amministratori come sollecita il collegio dei revisori, previsto dalla sentenza della corte di cassazione sezione unite n. 12868 del 16 giugno 2005 nonché  dall'art.  2393 c.c.  ed infine l'obbligo per il Sindaco previsto dalla giurisprudenza della Corte di Cassazione sezione unite n. 13702 del 22.07.2004.

La risposta è stata un Pippone sulle normative e niente più. Renzielli traccheggia prende tempo insieme al Presidente del consiglio, ma non si capisce perché non voglia dare un segno vero di discontinuità, di fatto rimettendo alle loro responsabilità i sindaci gli assessori e i dirigenti di terme che si sono succeduti negli anni.

Bene informiamo sin da ora la cittadinanza che abbiamo già inviato in procura la documentazione inerente questo fatto e nel prossimo consiglio presenteremo una mozione in modo che davanti ai cittadini i consiglieri si esprimano in merito.

In ultimo, la faccenda Iren e raccolta rifiuti.

Già da tempo il MoVimento 5 Stelle ha evidenziato alla giunta come ci sia stata una violazione del contratto da parte di Iren sulla cessione dei servizi di raccolta rifiuti ad aziende terze. Ci saremmo aspettati proprio in riferimento alla discontinuità, che Renzielli chiudesse il contratto con una azienda che brucia i rifiuti e si appoggiasse ad altre aziende aumentando la differenziata e coinvolgendo la cittadinanza in un progetto serio e a lungo termine sui rifiuti con il risultato di abbattere i costi nel suo complesso.

Bene la risposta è arrivata ed sempre la solita” Stiamo valutando effettivamente la violazione che potrebbe anche non esserci, ma allo stesso tempo grazie alla segnalazione del M5S sui prossimi contratti potremmo ottenere degli sconti, bla, bla, bla.

Risultato, non è cambiato nulla, ma sull’altare del risparmio del comune si è pensato di togliere il servizio di raccolta dell’umido alle frazioni dicendo che i cittadini che faranno compostaggio otterranno uno conto sulla tariffa e quelli che non la faranno potranno gettare l’umido nell’indifferenziato. Giustificando il tutto con un risparmio di 80.000,00 € e soprattutto di minore inquinamento dovuto ai mezzi che trasportavano l’umido dalle frazioni. L’assessore Trevisan che ha mostrato un lato ecologista stupefacente, anche se poi insieme a Renzielli si dichiara favorevole all’inceneritore,  ha poi aggiunto nell’ultimo consiglio che probabilmente come dice il nostro consigliere si sono creati cittadini di seria A e di serie B dove quelli di serie B sono in città perchè se sbagliano a fare la differenziata verranno multati, ma non è colpa loro se hanno scelto di vivere in città e non nelle frazioni.

Questa è la discontinuità di Renzielli che noi abbiamo verificato, buon lavoro sig. Sindaco.

 

Martedì, 25 Febbraio 2014 16:31

Le Donne del MoVimento 5 Stelle, Brava Giulia

safe image

Mercoledì, 19 Febbraio 2014 10:57

Fantastico Di Maio

safe image

 

 

Salso in Consiglio

 

 

In questo articolo trovate tutti i link per leggere le interpellanze, mozioni e interrogazioni

presentate dal Movimento 5 Stelle di Salsomaggiore per il prossimo consiglio comunale.

 

Buona lettura

 

 

Interrogazione Iuc

Mozione Blocco Pagamento Iren

Interpellanza Compatibilità Assessori

Interpellanza Cooperativa Porro Valentini

Interpellanza Verbale dei Revisori dei Conti

Interpellanza Asp Fidenza

Sabato, 15 Febbraio 2014 16:41

Diretta Live - Incontro con i Parlamentari

Mercoledì, 05 Febbraio 2014 13:26

Incontro con i parlamentari a 5 Stelle

https://www.facebook.com/events/1419941238246407/
Venerdì, 17 Gennaio 2014 13:29

Il Muro di Gomma

Leggiamo sulla Gazzetta di Parma odierna l'intervento dell'Assessore Trevisan e del sindaco Fritelli sulla raccolta dei rifiuti. Se pur lodevoli le iniziative proposte dall'Assessore, che insieme al Sindaco si stanno riscoprendo grillini a loro insaputa, ricordiamo che la giunta sta sottovalutando e ignorando di proposito una problematica ben più importante. Infatti, nei dati resi noti ieri, si nota come la raccolta rifiuti costi alla cittadinanza quasi 4 milioni di euro. Bene, la maggior parte di questi soldi li intasca Iren. Nei mesi scorsi il Movimento 5 Stelle di Salsomaggiore ha portato in Consiglio Comunale un'interpellanza per chiedere la sospensione dei pagamenti a Iren e il cambio della società che si occupa della raccolta rifiuti a fronte di una palese violazione del contratto da parte di Iren , che ha subappaltato il servizio a società non previste dal contratto stesso. Su questo capitolo l'Assessore e il Sindaco continuano in un silenzio preoccupante e imbarazzante. Sarà perché Iren e Pd sono molto vicine? L'unica cosa che è data sapere è che hanno prorogato il servizio per un altro anno. Riteniamo che non siano più ammissibili questo silenzio e questo comportamento, un vero e proprio muro di gomma. Non riteniamo giusto che debba essere solo la magistratura, alla quale abbiamo inviato tutta la documentazione, ad occuparsi della faccenda, ma che la politica debba assolutamente prendere posizione in merito e spiegare ai cittadini cosa vuole fare e se vuole fare qualcosa. Ricordiamo al Sindaco e alla giunta che non faremo mai silenzio su questi problemi, che nell'indifferenza totale vanno a discapito dei cittadini. Per questo motivo, abbiamo presentato una mozione per chiedere: - il blocco dei pagamenti del servizio di Iren. - il blocco dei pagamenti da parte dei cittadini della parte di IUC riguardante i rifiuti sino a quando la Giunta e Iren non faranno chiarezza sulla nostra denuncia.

Pagina 4 di 10