Attività in Consiglio Comunale
Mercoledì, 20 Aprile 2016 16:04

La Strategia del Coniglio del Sindaco Fritelli In evidenza

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

Al Consiglio Comunale del 14 Aprile c.a. abbiamo presentato una mozione che impegnasse il Sindaco a farsi portavoce presso il governo di una forte opposizione al TTIP ( trattato di libero scambio commerciale ed investimenti tra USA ed EU). Tale trattato, secondo quanto dicono gli analisti, avrebbe un impatto fortemente negativo su occupazione, settore agro-alimentare e piccole medie industrie. Visto che il territorio di Salsomaggiore ha un settore agro-alimentare di qualita’ e alcune piccole industrie, opporsi a tale trattato ci sembra un modo per salvaguardare occupazione e qualita’ nel nostro territorio, gia’ disastrato per la distruzione delle Terme.

A questo punto abbiamo messo l’amministrazione Fritelli davanti a due possibilita’: approvare la mozione, facendo gli interessi dei cittadini salsesi, ma opponendosi al governo renziano a favore del TTIP, oppure votare contro, mettersi dalla parte del governo e dimostrare di non avere a cuore l’interesse dei cittadini.

Ma furbescamente l’amministrazione ha scelto una terza via, quella della fuga. Cosi’ ha proposto un emendamento alla nostra mozione, emendamento che avrebbe completamente stravolto il senso e la forza della nostra richiesta, cosa che noi non abbiamo accettato. A quel punto e contro voglia non abbiamo avuto altra possibilità se non ritirare la mozione.  Se avessimo lasciato fare, la maggioranza avrebbe votato una mozione completamente stravolta, vanificando la nostra azione e magari, come siamo soliti vedere, sbandierando ai quattro venti di essere dalla parte dei cittadini.

In questo modo la maggioranza e’ riuscita con la fuga ad evitare di doversi schierare pro o contro il TTIP e pro o contro i cittadini.

Purtroppo in quel Consiglio Comunale nessuna importanza e’ stata data all’argomento e nessuna discussione e’ stata fatta in merito al fatto se sia un bene per i cittadini aderire al TTIP o se sia giusto contrastarlo. A questo proposito, qualche mese fa, avevamo convocato degli esperti in sala civica, per spiegare ai cittadini in cosa consiste il trattato e quali conseguenze avrebbe nell’economia italiana e locale; a tale incontro nessuno dell’amministrazione ha preso parte, dimostrando in questo modo di non voler informarsi sulla questione. Cosi’, mentre in Europa stanno nascendo comitati contro il TTIP, con ben oltre 4 milioni di cittadini europei partecipanti, da noi tutto passa sotto silenzio. Ci chiediamo: “cui prodest” ? – a chi conviene tutto cio’

Letto 647 volte Ultima modifica il Giovedì, 21 Aprile 2016 21:28

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.