Bilancio & Trasparenza
Giovedì, 03 Gennaio 2013 16:45

Le Chiacchiere di Carancini In evidenza

Vota questo articolo
(2 Voti)

LE CHIACCHIERE DI CARANCINI E I FATTI DEL M5S 

 

Durante la breve amministrazione Carancini il M5S aveva sin da subito rovistato tra i meandri del bilancio comunale, portando alla luce veri e propri sprechi e sperperi riguardo ai quali la Giunta non ha mosso un dito per porre fine a questo andazzo.

Uno degli sperperi scovati fu la spesa di 31.000,00 Euro l'anno per la telefonia mobile di tutta l'amministrazione.

Con un'interpellanza chiedemmo al Sindaco spiegazioni su tale cifra, se ci fosse un regolamento per l'assegnazione dei telefoni e, cosa più importante, cosa avrebbe fatto per fermare tale spreco.

La risposta fu un'alzata di spalle. Il M5S non contento dell'esito della richiesta e della mancanza di iniziativa da parte del Sindaco Carancini, riscontrando responsabilità penali pregresse e future, denunciò tutto alla Procura della Repubblica di Parma.

Con una delibera del 28 Dicembre 2012, il Commissario Prefettizio dà attuazione alla nostra richiesta di disciplinare la materia ai sensi dell'Art. Comma 595 L. 244/2007 (Finanziaria 2008) che prevede di circoscrivere l'uso di cellulari e di emanare regole per l'utilizzo. Nel regolamento emanato dal Commissario si può leggere che i costi delle chiamate “non di servizio” verranno addebitate all'utilizzatore.

Visto che in questi anni il totale della spesa è stato sostenuto dalle casse comunali, al Sindaco Carancini chiedevamo una separazione tra le spese telefoniche “di servizio” e quelle ad uso privato.

Tutto questo in funzione del fatto che un uso diverso dagli scopi lavorativi costituisce reato di peculato per il Codice Penale. Il M5S segnalerà la delibera alla Procura della Repubblica, chiedendo una verifica puntuale delle fatture pagate dal Comune di Salsomaggiore per i contratti di telefonia mobile dal 2008 ad oggi.

Il regolamento appena approvato riteniamo sia insufficiente e autoreferenziario, ovvero nello stesso si da compito di gestione ed assegnazione delle utenze ai dirigenti che sono poi le utenze che negli anni hanno registrato i consumi maggiori e in alcuni casi anche anomali.

Se i cittadini salsesi con il loro voto ci affideranno l'amministrazione della città, i telefoni cellulari verranno aboliti sia per gli amministratori che per la dirigenza e verranno consegnati soltanto ai capisquadra dei servizi di emergenza per motivi strettamente legati alla mansione svolta.

 

 

Lascia un commento

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.